vai al sito del Locarno Festival
Impression Locarno Garden la Mobiliare

Se laRotonda è il Villaggio del Festival, il Locarno Garden è il suo giardino pensile, il suo polmone, ossigeno puro. È il luogo ideale in cui ripensare a un film, chiacchierarlo con qualcuno, riposarsi prima della prossima proiezione o chiudere la serata quando il buio in sala si allarga al resto della città.

È proprio lì, nel cuore della città vecchia, che trovate il Locarno Garden La Mobiliare. Al Parco Balli in occasione del 70° è sbocciato di nuovo qualcosa. Che è colore, musica, cibo e relax. Il Garden non potete non notarlo, è la terrazza verde sulla Piazza Grande. Lassù, al fresco - o quasi - è una manata di colore tra architetture fantastiche che ricordano Oz, profumi di cibo buono e musica riconciliante. Dopo uno, due o cinque film è il modo ideale per salutare il martedì o il giovedì e aprire le porte al mercoledì o al venerdì. Per riconoscerlo basta seguire la gente e buttare l’occhio verso i colori dell’affascinante padiglione E Se de La Mobiliare, realizzato dall’artista svizzero Karim Seiler. Quello, tra lanci di colore che puntano al soffitto d’alberi, è il cuore del Garden, è il centro di gravità, il LA della colonna sonora curata dall’Associazione Turba di Lugano. Sono loro a generare ogni sera fino a notte inoltrata il respiro di un luogo in cui la musica va vissuta seduti, con un bicchiere in una mano e un piatto a pochi centimetri dall’altra, brindando al “dio Relax”. Quest’anno poi l’irresistibile mood del Locarno Garden cercherà di conquistare le vie del Festival con la forza conquistatrice e ammaliante dei live act; performance nomadi, concerti viandanti che porteranno in tutti gli angoli del Garden la sua tipica atmosfera. Insomma, questo è il posto che fa tramontare il Festival, accende la sua notte e lo accompagna al giorno dopo.

  • 200m
    from Piazza Grande
  • 2'100m2
    Area
  • 5pm - 3am
    Opening Hours
  • 2
    Food Stands
  • 4
    Themed Bars